Aloha Friday: Olive Clothing Your guide to a cool summer street look

0

C’è qualcosa di più bello di un venerdì pomeriggio estivo pieno di sole? Secondo me niente! Ma so che molte di voi si stanno lamentando, in alternanza,  per l’afa, il caldo, le zanzare, la poca voglia di vivere, il sudore: evviva la vita insomma 😀

Per convincervi che l’estate in fondo è una stagione fantastica e farvi sopportare meglio gli aspetti di cui sopra, scriverò ogni venerdì un post su qualcosa che valga un bel pensiero positivo.

La cosa bella di oggi si chiama marchio Olive.

Se vi siete rintanate in casa con l’aria condizionata sparata a mille invece d’essere giustamente su una spiaggia caraibica accarezzate da una leggera brezza marina, vi consiglio si rifarvi gli occhi con questi capi d’abbigliamento meravigliosi, che regalano freschezza anche solo per i colori tenui e lo stile minimale ma femminile.

Alcune foto ritraggono anche i negozi del brand, ma sappiate che si trovano solo in Inghileterra, quindi a meno che non abbiate in programma di prendere un volo last minute per Londra a rinfrescarvi un po’, per ora vi conviene alzare l’aria condizionata e impugnare la carta di credito per un sempre valido shopping online, qui lo store online:

www.oliveclothing.com

Nel caso siate già belle contente come me, vi consiglio invece di tenere a freno le smanie di shopping, andare al mare e aspettare i saldi ma appuntando bene la vostra lista desideri Olive.

Quali sono i vostri capi preferiti? Io non ho dubbi: abitino vichy celeste e bianco, abitino con margherite e maglietta con mini ricamo di fenicottero.

Vichy dappertutto

0

Gli ultimi giorni di maggio sono perfetti per un picnic all’aria aperta, sul prato fiorito, col cinguettio degli uccellini, gli immancabili tramezzini e ovviamente la classica tovaglia a quadri bianchi e rossi.

La moda quest’anno ci viene incontro senza riserve proponendo stampe vichy in tutte le salse, abbinate a cestini/borse di paglia che farebbero invidia alla più accanita seguace di Jane Birkin.

Perché farsi cogliere impreparate? L’eleganza prima di tutto!

Quindi invece di disterdersi su una squallida coperta di pile con stampa di dubbio gusto e un outfit composto da pinocchietti primi anni 2000 e t-shirt fluorescente è il caso di fare qualche buon acquisto.

Perché se picnic dev’essere che sia un picnic in grande stile.

Iniziamo con gli elementi imprescendili, ovvero cestino e tovaglia. Tiger come sempre sul pezzo, propone ad un prezzo ridicolo entrambi gli articoli e pure stoviglie usa e getta, salviette e altri gadget assolutamente adorabili:

Per quanto riguarda l’abbigliamento vichy davvero avete l’imbarazzo della scelta:

da Zara

E se volete spendere ancora meno, un giretto da Stradivarius:

 

Una moda rosa, così romantica e soft

0

Complici queste giornate soleggiate e primaverili, vien voglia di fare il cambio armadio e dimenticare gli abiti scuri e tetri a favore di abitini svolazzanti, tinte chiare e freschezza nel cuore oltre che nell’armadio.

Ebbene, le tendenze moda quest’anno sono quantomai romantiche, carine e d’aiuto verso questo desiderio di primavera.

Oltre ad un tripudio di colori accesi, che però non sempre sono facili d’abbinare e soprattutto non stanno bene proprio a tutte, c’è un colore che la fa da padrone senza riserve, sto parlando del rosa, dal fucsia al cipria.

Siccome sono sicura che avete appena terminato di acquistare con i saldi e non avete proprio voglia di scialacquare l’intero stipendio in vestiti invece d’ investire in vacanze (da qui a luglio è un attimo), oggi vi propongo una bella carrellata di capi H&M da portarvi a casa in tre, due, uno.

Tanto per darvi un’ anticipazione, le mie preferenze vanno a ricami, stampa vichy (che mi ricorda tanto la mia adorata Brigitte Bardot), jeans chiari, scarpe rosa cipria o bianche, volant, colori pastello, dal verde salvia chiaro al rosa cipria.

 

Un gioiello leggero come una piuma

2

Il mio scrittore preferito, Italo Calvino, sosteneva in una delle sue frasi più significative:

“Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore.”

Mi trovo decisamente d’accordo con Calvino per quanto riguarda la leggerezza e ho anche cercato di farne uno stile di vita.

A dirla tutta, anche per gli oggetti materiali sono un’estimatrice della leggerezza; amo tutto ciò che risulta lieve, impalpabile, delicato, perchè mi riporta ad una dimensione evanescente, che mi ha sempre attratto.

Ebbene, quando ho scoperto dei gioielli dal nome Pesopiuma Bijoux non potevo che amarli in modo sconsiderato, non vi pare?

Un nome raffinato che evoca la leggerezza di forme e design dei bijoux e descrive appieno queste splendide creazioni, che mi hanno letteralmente conquistata.

Di volta in volta, le collezioni cambiano e in particolar modo quest’anno mi hanno colpito i gioielli con stelle e stelline, e soprattutto le collane e braccialetti con le mie adorate libellule.

Quello che apprezzo maggiormente di questi gioielli è sicuramente la semplicità raffinata nel disegno, ma anche il peso davvero inconsistente che permette di indossare questi splendidi accessori per tutto il giorno, senza accorgersi d’averli intorno, una grande comodità.

Potete vedere e acquistare i gioielli di Pesopiuma bijoux, tutti realizzati in ottone e ricoperti da un elegante strato di trattamento galvanico NIKEL FREE, collegandovi al loro e-commerce: http://www.pesopiuma.it/it/

Quali sono i vostri preferiti?

Aggiungo, per i maschi in ascolto, che Pesopiuma è anche un’idea perfetta per S.Valentino, quindi non perdete tempo…un gioiello è sempre un regalo perfetto!

Schermata 2017-02-08 a 12.00.17 Schermata 2017-02-08 a 11.59.59 Schermata 2017-02-08 a 11.59.40 Schermata 2017-02-08 a 11.59.29 Schermata 2017-02-08 a 11.59.12 Schermata 2017-02-08 a 11.58.58 Schermata 2017-02-08 a 11.58.44 Schermata 2017-02-08 a 11.58.33 orecchino-makeba bracciale-ella collana-alice orecchino-star-bw-cerchio (1) orecchino-star-bw-cerchio

Zip! Quando una cerniera si apre fa ZIP! Come questo libro. Your guide to a cool summer street look

0

Centinaia e centinaia di fashion blogger e mai nessuna che abbia parlato di un libro a dir poco fondamentale, un libro che fa scendere la cerniera e invece di far scoprire lauti lembi di pelle, mostra la storia della moda, in modo divertente e con illustrazioni a dir poco spettacolari.

Sto parlando di “Zip! Vestiti per tutte le stagioni” di Giancarlo Ascari e di Pia Valentinis, che come cita la prefazione narra di storie di giacche, gonne, pantaloni, cappotti, camice, cappelli, scarpe, borse, cerniere…

Il libro è per l’appunto suddiviso in base alle quattro stagioni a cui si sommano due capitoli speciali, dedicati rispettivamente al fuori stagione e al vestiario adatto a tutto l’anno.

Nei diversi capitoli vengono raccontati di volta in volta simpatici aneddoti del capo preso in questione o anche alcuni aspetti del mondo della moda spesso sconosciuti. Sapete per esempio che le taglie così come le conosciamo sono comparse solo negli anni ’50?

Ecco spiegato perché le varie pin up non si preoccupavano tanto della taglia 42 (ora sostituita da una meno democratica 38), le taglie non esistevano e non potevano esclamare inorridite dopo Natale “non entro più nei jeans 42!” ma solo pensare che la sarta aveva sbagliato qualcosa. Lo trovo davvero fantastico!

Si tratta di un libro molto ironico , un modo carino per conoscere aspetti degli indumenti, che mettiamo ogni giorno, di cui ignoriamo totalmente la storia e ogni tanto pure il significato.

Mi piace tantissimo questo approccio a mondi sconosciuti e non, mi attira l’idea di scoprire in modo spassoso e facile la storia di oggetti quotidiani, va da sé che se si tratta di vestiti, come in questo caso, la cosa mi piace ancora di più.

Ecco qualche pagina del libro fotografata da me per voi, per un assaggio di questo meraviglioso libro:

unnamed 7 unnamed (6 unnamed 4 unnamed 3 unnamed 2

unnamed 5

Questi pazzi, pazzi saldi

0

Saldi iniziati da ben venti giorni e ancora UN SALTO IN ALTO non ha pubblicato un degno prontuario per gli acquisti.

Ebbene, come sapete, io non mi fiondo mai sui saldi al 20% con la ressa prospettandomi affari ben poco esaltanti.

Io aspetto. Ma aspetto solo per quanto riguarda i saldi, per tutto il resto le attese non sono il mio forte.

Ora la percentuale di sconto si è stabilita su un bel 50% quasi dappertutto, quindi ecco una lista ben fornita di cosa acquistare:

Scarpe e scarpe di colore rosso. Andranno moltissimo questa primavera, quindi le sfrutterete non solo in febbraio, ma da qui fino all’autunno.

qualsiasi indumento con i ricami, che siano magliette, vestiti, maglioni, camicie, sarà tutto un ricamarci sopra per tutto il 2017.

Personalmente una delle tendenze che amo di più, visto che mi fa pensare alle abilità sartoriali delle nonne, ai fiori e soprattutto alla personalizzazione.

Giubbini jeans meglio se scoloriti e belli larghetti, eventualmente ricamati (tanto per cambiare)

Pantaloni palazzo o a campana, un capo con cui non riesco proprio a vedermi ma che vanno tantissimo e che dunque preferisco comprare a pochi euro.

Camicie e vestiti con sbuffi, campane. Il trend lanciato in autunno andrà per tutta la primavera e oltre.

Stivali cuissard con tacco grosso e medio, difficilissimi da trovare in saldo ma davvero di super tendenza.

Per il rifornimento di tutti gli elementi della lista punto sempre su Zara. Ecco alcuni esempi di capi ancora in saldo, scontati anche del 70%:

8282738942_2_3_1 6895258800_2_1_1 3440040712_2_1_1 7521388060_2_1_1 8246249400_2_1_1 7521233800_2_1_1 4043041800_1_1_1 6610101020_2_6_1 8834104023_1_1_1 8045819800_2_1_1 5410268800_1_1_1 9006051600_2_4_1 7901117926_2_1_1 6855221400_2_5_1 6855221400_1_1_1 7748590400_2_1_1 8044722044_2_1_1 6895253400_2_1_1 0264227800_1_1_1

E’ tutto oro quel che luccica

0

Mancano solo dieci giorni a Natale ed io per scampare allo stress delle feste ho ben pensato di andarmene a Londra un bel po’ di giorni col risultato che mi sono divertita un mondo, ma non ho potuto sommergervi di post a tema natalizio: che disdetta!

Vedo di recuperare con un raccolta di vestiti adatti a tutte le varie cene e feste che vi aspettano: cene aziendali, coi parenti, con gli amici.

Col ritorno degli anni 90′ nelle tendenze moda, i trend sono sostanzialmente due:

  • il velluto, elegante, lussuoso e molto dandy
  • l’oro, i lustrini, le pailettes preferibilmente dorate

In poche parole un Natale all’insegna della sobrietà.

Devo dire che il velluto mi è sempre piaciuto tantissimo e mi ricorda il mio vestito preferito comprato a sedici anni, custodito e mai buttato, che quest’anno tornerò a  portare.

Per quanto riguarda gli abiti dorati, sono decisamente un capo poco sfruttabile ma hanno dei vantaggi: donano luce al volto, non passano inosservati e vi faranno sentire splendide splendenti.

Il mio consiglio è di prendere questi abiti nelle varie catene low cost, visto che sono capi che userete soltanto durante le feste.

Ecco la mia selezione:

 

 

5644243802_1_1_1 8119131330_2_1_1 2298221942_2_1_1 0387233800_1_1_1 2731264800_1_1_1 0594167500_1_1_1 8557877681_1_1_1

9320224641_2_1_1 5598224303_2_1_1

C’è chi si mette degli occhiali da sole

0

C’è chi si mette degli occhiali da sole… per avere più carisma e sintomatico mistero.

La celebre strofa di Battiato è stupendamente vera ed è per questo che io metto gli occhiali da sole anche in Novembre.

A dirla tutta metto gli occhiali da sole anche con le giornate cupe e senza un filo di sole perchè ho gli occhi molto sensibili e devo necessariamente proteggermi in modo adeguato.

Recentemente ho ricevuto un bellissimo dono dalla ditta Polar (qui il sito web nonchè shop online: http://www.polar.it/), un paio di occhiali dalla qualità davvero sorprendente, quindi nulla a che vedere con gli occhiali di plasticona che si trovano nei fast fashion.

Ho avuto anche modo di scegliere il modello che mi piaceva di più ovvero il BERRY 77, neri e grintosi.

Come potete intuire dal nome dell’azienda si tratta di occhiali 100% polarizzati, con delle lenti che hanno uno schermo 400 UV e realizzati con materiali di alta qualità.

Il design dei prodotti Polar, che comprende anche occhiali da vista, è molto all’avanguardia e decisamente sfizioso, inoltre il prezzo è molto contenuto considerata la qualità degli articoli.

Insomma appena ho inforcato gli occhiali da sole, dalla loro lussuosa custodia di vellutino rosso e pelle nera, non avrei  davvero voluto più toglierli.

Siete curiose di vederli? Eccoli qua in una simpatica versione del cugino Itt per Halloween e in una mia consueta passeggiata pomeridiana:

unnamed-35 unnamed

 

 

Il cielo è il laboratorio di Lazzari

0

Non sono una romaticona ma il cielo ha sempre esercitato su di me un fascino irresistibile.

Non credo ci sia una visione più bella di una notte stellata nel deserto e sono fermamente convinta non ci sia nulla di più interessante dell’astronomia, la scienza delle stelle e di tutti i corpi celesti, che non è sicuramente facile da apprendere ma sicuramente molto intrigante.

Aggiungiamo il fatto che Space Oddity di David Bowie è la mia canzone preferita e che i colori del cielo, blu, celeste e rosso Marte mi portano alla meravigliosa dimensione visionaria di “2001: Odissea nello spazio” e il quadro è completo.

Tutta questa premessa per dirvi che quando ho visto la nuova collezione Lazzari, ispirata alla Nasa e allo spazio, sono letteralamente impazzita.

Vi avevo già parlato del marchio Lazzari in questa occasione http://www.unsaltoinalto.it/2016/05/04/il-favoloso-mondo-di-lazzari/, ora ci ritorno perchè, a mio modesto parere, hanno realizzato la più bella collezione di sempre, con l’affermazione “The sky is our laboratory”.

Le stampe presenti nella collezione, ispirate a spazi interstellari e orbite planetarie, sono frutto del genio creativo di Anna Kövecses.

Le fotografie della campagna sono meravigliose anche vista la location che trovo originale e singolare. Peccato solo per i prezzi dei capi leggermente alti, ma assolutamente giustificati considerando la qualità Lazzari.

E nel caso in questo periodo siate in modalità risparmio potrete sempre acquistare le deliziose spillette e rendere così il vostro cappotto spaziale.

lazzari_lookbook_16_17-2 lazzari_lookbook_16_17-3 lazzari_lookbook_16_17-4 lazzari_lookbook_16_17-6 lazzari_lookbook_16_17-11 lazzari_lookbook_16_17-15 lazzari_lookbook_16_17-18 lazzari_lookbook_16_17-19

 

 

Body, il ritorno Your guide to a cool summer street look

0

Come far svoltare un tiepido lunedì autunnale, che ti fa venir voglia lunghe camminate tra la natura e castagne come se fosse domenica?

Ovvio: guardando il sito di Oysho, sempre zeppo di biancheria dal taglio raffinato e dallo stile cozy, che sembra rubato alle modelle Pinterest, inspiegabilmente sempre in mutandine di pizzo e calzettoni pesantissimi di cashmere.

Paradossi del vestiario a parte, il capo che mi ha più incuriosito spulciando tra le nuove collezioni di Oysho è sicuramente il body, che non vedevo presente così prepotentemente dagli anni novanta.

Il bello del body è che ti protegge la pancia, quindi è adatto anche per le non più ventenni, che temono sempre l’abbattersi del demone della colite (evviva la sincerità), ma il suo vero punto di forza è che è terribilmente sexy.

Inoltre se come me siete fan dell’abbigliamento a cipolla, il body permette di trasformare un look decisamente casual in un outfit perfetto per le notti brave in discoteca togliendo diciamo due tre strati di vestiario..

Il body è anche il capo delle ballerine per eccellenza e rimanda quindi ad un’eleganza e ad un immagine che un po’ tutte sogniamo, serve aggiungere altro?

Compriamo subito un body di pizzo nero per innalzare l’autostima a livelli vertiginosi. Ecco qualche idea dal sito http://www.oysho.com/it/

0399537800_1_1_2 0399537800_2_1_2 0399553470_2_2_2 0388855800_1_1_2 0399587470_2_1_2 0399587470_2_2_2

0716418_4_1_2